Come risparmiare sul premio Inail
25 febbraio 2014

postato in: Ultime notizie

L’Inail, attraverso la pubblicazione del Bando Isi 2013, promuove il cofinanziamento per interventi in materia di salute e sicurezza sul lavoro nelle imprese. La cifra massima messa a disposizione dall’Istituto per ogni azienda è pari a €130.000 e la quota di finanziamento corrisponde entro questo limite al 65% della spesa totale.
Le tipologie di intervento previste sono:

  • progetti di investimento
  • progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale
  • progetti per la sostituzione o l’adeguamento di attrezzature di lavoro messe in servizio anteriormente al 21 settembre 1996

Per progetti di investimento si intendono investimenti in strutture, impianti, macchine, dispositivi, attrezzature, layout del ciclo produttivo, interventi combinati o altri investimenti tangibili atti a ridurre il rischio Inail.
Per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale si intendono ad esempio certificazioni: [tooltip title=”OHSAS18001″ content=”L’acronimo OHSAS sta per Occupational Health and Safety Assessment Series ed identifica uno standard internazionale per un sistema di gestione della sicurezza e della salute dei lavoratori.” type=”info” ]OHSAS18001[/tooltip], adozione [tooltip title=”SGL” content=”SGSL è acronimo di Sistema di Gestione della Sicurezza sul Lavoro. Genericamente parlando, per SGSL s’intende un sistema organizzativo aziendale finalizzato a garantire il raggiungimento degli obiettivi di salute e sicurezza cercando, attraverso la strutturazione e la gestione, di massimizzare i benefici minimizzando al contempo i costi.” type=”info” ]SGL[/tooltip]  e [tooltip title=”MOG” content=”Modelli di organizzazione e gestione aziendale orientato alla sicurezza e alla trasparenza.” type=”info” ]MOG[/tooltip].

Rientrano nel bando anche la sostituzione o l’adeguamento delle attrezzature anteriori a quelle del 21 settembre 1996 con nuove attrezzature a marchio [tooltip title=”CE” content=”Uno dei principi di base del nuovo approccio è quello di limitare l’armonizzazione legislativa ai requisiti essenziali di interesse pubblico che riguardano in particolare la protezione della salute e della sicurezza degli utilizzatori (consumatori e lavoratori), la protezione della proprietà o la tutela dell’ambiente. Dunque, conformità significa il rispetto dei requisiti essenziali.” type=”info” ]CE[/tooltip].


Sono considerate finanziabili (sempre nella misura del 65%) tutte le spese accessorie, strumentali e funzionali alla realizzazione del progetto (non rientrano le spese di consulenza per la redazione, la gestione e l’invio telematico del progetto). 
L’impresa che presenta un progetto, per un importo pari o superiore a € 30.000 può richiedere un’anticipazione fino al 50% dell’importo del contributo.

La convenienza economica del bando non si ritrova solo nell’importo del finanziamento erogato dall’Inail, ma anche nel risparmio derivante dalla riduzione dell’aliquota Inail (che diminuirà al diminuire del rischio).

Se si considera un arco temporale sufficientemente lungo il progetto non solo potrebbe essere considerato a costo zero, ma addirittura positivo grazie alla riduzione della spesa Inail.

In data 21 gennaio 2014 è stata aperta la procedura informatica per la compilazione delle domanda che verrà chiusa in data 8 aprile 2014.
In data 10 aprile 2014 sarà disponibile l’acquisizione del codice identificativo, per le aziende che avranno superato il punteggio soglia, che potranno a questo punto effettuare l’invio della domanda.
In data 30 aprile 2014  saranno comunicate le date relative all’inoltro on-line.

Maggiori informazioni sul bando o sulle modalità di compilazione della domanda sono presenti sul sito dell’Inail.