INPS: verifiche su versamenti a fondo tesoreria
2 agosto 2012

postato in: Ultime notizie

In questi giorni l’Inps sta inviando alle aziende che occupano almeno 50 dipendenti, diffide riguardanti i versamenti delle quote di Tfr maturate nel 2006 e versate del 2007, evidenziando eventuali incongruenze delle quote di Tfr che i lavoratori hanno deciso di lasciare in azienda e di non far confluire nei fondi professionali. Detto Tfr deve poi essere poi girato dall’Azienda al fondo Inps ex legge 296/2006.

Per consentire all’Inps di verificare che le somme siano state correttamente versate e, siccome i versamenti del 2007 si prescrivono il 16 agosto 2012, sono state inviate le diffide in oggetto per interrompere i termini prescrizionali.

Con circolare del 23 luglio 2012 la stessa Inps precisa che: vista la complessità della materia e la presumibile imprecisione nell’esposizione dei dati di cui trattasi, è possibile che le somme richieste nelle citate diffide siano inesistente e, in tutto e in parte, non dovute.

Viene inoltre precisato che i termini recati nella diffida non possono discostarsi daquelli ordinariamente previsti, ma stante la collocazione delle ferie estive per gran parte delle aziende destinatarie e dei professionisti che le assistono, l’Istituto ha inteso evitare il diffondersi di panico e insofferenza rassicurando la serena gestione di tutta l’operazione oltre i termini indicati.