Premio di produttività 2017: tassazione agevolata e Welfare
13 febbraio 2017

postato in: Ultime notizie

Con la Legge di Bilancio 2017, vengono introdotte importanti agevolazioni per i lavoratori e l’estensione dei beneficiari dei premi legati alla produttività aziendale.

Nel 2017, la soglia del premio di produttività agevolato con la tassazione sostitutiva al 10% sale a 3.000 euro (prima era 2.000 euro); nei casi di produttività in favore di lavoratori coinvolti pariteticamente dal datore di lavoro, la soglia è stata innalzata dai precedenti 2.500 euro agli attuali 4.000 euro.

L’applicazione della tassazione agevolata è destinata solo ai premi erogati ai dipendenti per aumenti della produttività. Potranno usufruire dell’agevolazione fiscale non soltanto impiegati e operai, ma anche quadri e una parte dei dirigenti. Conseguentemente, è stato innalzato il limite reddituale per poter usufruire della tassazione al 10%:  nel 2017, sale a 80.0000 euro, proprio al fine di comprendere una platea maggiore di lavoratori.

Novità: non concorre alla formazione del reddito il premio di risultato versato ad enti o casse di assistenza sanitaria, anche se eccedenti il limite di euro 3.615,20, o alle forme pensionistiche complementari, anche se eccedenti il limite di 5.163,57 euro .

I piani di Welfare aziendale vengono rafforzati con la Legge di Bilancio 2017: la possibilità di convertire in premio di produttività in misure di welfare totalmente detassate rende questa opzione particolarmente vantaggiosa per aziende e lavoratori.
E’ uno strumento che incentiva i dipendenti a migliorare la propria produttività aziendale, usufruendo dei vantaggi economici senza incappare nel rischio di un aumento della tassazione sugli ulteriori ricavi.

Clicca qui per scaricare la tabella riassuntiva dei vantaggi del Welfare aziendale!

I Consulenti dello Studio sono a disposizione per ulteriori informazioni: 0321.338115 - 0321.338135