Calderone: intervenire subito sugli ammortizzatori sociali
8 Luglio 2020

postato in: Coronavirus, Ultime notizie
tempo di lettura: < 1 minuto

Un intervento immediato a sostegno delle decine di migliaia di lavoratori delle aziende e delle loro famiglie, costretti a vivere in uno stato di incertezza economica.

Questa è la richiesta avanzata dalla Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, Marina Calderone, in una lettera inviata oggi al Ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, per denunciare la situazione in cui si trova parte dei dipendenti delle aziende, ancora in attesa di ricevere l’integrazione salariale con causale Covid-19, divenuta emblema del preoccupante stato in cui versa il sistema degli ammortizzatori sociali in Italia.

Per questo motivo, come già richiesto in precedenza, è necessario semplificare le procedure e riorganizzare in modo radicale gli ammortizzatori sociali attraverso “decisioni coraggiose e in discontinuità con gli strumenti attuali”, sottolinea la Presidente.

Alla luce dell’estensione fino alla fine del 2020 degli ammortizzatori sociali emergenziali, l’introduzione di un unico ammortizzatore sociale nel decreto semplificazioni – attualmente all’esame del governo – “doterebbe aziende e Consulenti del Lavoro di uno strumento efficace e di rapida attivazione, restituendo pari dignità di trattamento a tutti i lavoratori, a prescindere dal settore in cui operano”, conclude la Calderone.

Leggi tutta la lettera.


I Consulenti dello Studio Miazzo sono a disposizione per ulteriori approfondimenti.