Bonus Draghi nella busta paga di agosto? No, è una fake news

Negli ultimi giorni, diverse testate giornalistiche online hanno pubblicato notizie riguardanti un certo “Bonus Draghi”, o “Bonus Irpef”, dichiarando che tale misura sarà erogata una tantum ai lavoratori dipendenti nella busta paga di agosto 2021. Essa consisterebbe in una maggiore detrazione dell’Irpef basata sul reddito, sui giorni lavorati nel corso dell’anno e alla tipologia contrattuale, con un importo massimo di 1880 euro (690 euro per redditi inferiori a 55.000 euro, nessun bonus per chi ha redditi maggiori di tale cifra).

Si comunica che tale informazione è assolutamente infondata, e che la misura descritta è da associare alle detrazioni da lavoro dipendente ordinarie, previste dal TUIR (Testo Unico delle Imposte sui Redditi) all’art.13 e già normalmente riconosciute dal sostituto d’imposta tutti i mesi.

Nessuna novità dunque: alla data attuale, non esiste nessun presunto “Bonus Draghi”.

La sola vera novità risale al 2020, poiché con il D.L. 3/2020 era stato stabilito di sostituire il Bonus Irpef (o Bonus Renzi) con il nuovo “trattamento integrativo” spettante ai lavoratori dipendenti con redditi inferiori a 28.000 euro e corrispondente alla cifra di 100 euro mensili, anziché di 80.

Con la stessa norma è stata introdotta anche una detrazione rapportata al periodo di lavoro: l’importo della misura diminuisce con l’aumentare del reddito, e si azzera quando il reddito complessivo raggiunge i 40.000 euro.