Assunzioni under 35: ecco gli incentivi per il 2020
28 Novembre 2019

postato in: Ultime notizie
tempo di lettura: 2 minuti

Sono numerose le agevolazioni che le aziende potranno richiedere nel 2020 stipulando contratti di lavoro con categorie di soggetti a seconda della loro età o situazione attuale. Come funzionano gli incentivi e chi può richiederli? Ecco gli incentivi per il 2020 per le assunzioni under 35.

Bonus assunzione under 35

Ci sarà anche nel 2020 lo sgravio contributivo per le aziende che assumono giovani fino a 34 anni con contratto a tempo indeterminato. L’incentivo riduce del 50% i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro -esclusi i premi INAIL – per un periodo massimo di 36 mesi e di € 3,000.00 all’anno.

Il bonus può essere richiesto per l’assunzione di giovani che non abbiano compiuto il 35° anno di età e che non abbiano mai stipulato un contratto tempo indeterminato con lo stesso o altro datore di lavoro.

Bonus assunzione percettori di Naspi

La dote che spetta alle aziende per l’assunzione a tempo pieno e indeterminato (o la trasformazione di un contratto a termine) di un soggetto che beneficia dell’indennità di disoccupazione Naspi è un contributo mensile pari al 20%, calcolato sulla Naspi residua che sarebbe stata corrisposta all’interessato se fosse rimasto disoccupato. L’incentivo non potrà comunque superare la retribuzione spettante al dipendente in ogni singolo mese.

Bonus assunzione percettori Reddito di Cittadinanza

Le Aziende che assumono a tempo pieno e indeterminato o in apprendistato percettori del Reddito di cittadinanza avranno diritto all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi INAIL.

L’importo dell’agevolazione varia: se il soggetto ha seguito un percorso formativo presso un ente accreditato, lo sgravio è pari al 50% dell’importo mensile del Reddito di cittadinanza percepito dal lavoratore all’atto dell’assunzione per un massimo di € 390,00 mensili. L’azienda potrà fruire del bonus per il periodo residuo di godimento del sussidio, comunque non inferiore a 6 mensilità.

Se invece il neo assunto non ha partecipato ad alcun percorso formativo o di riqualificazione professionale, l’incentivo è pari alla somma mensile del sussidio statale comunque non superiore a € 780,00 mensili, fruibile dall’azienda per un numero di mesi pari a quelli residui ad ogni modo non inferiori a 5.

Bonus assunzione studenti in Alternanza Scuola-Lavoro

Avranno diritto ad un esonero di € 3.000,00 le aziende che assumono a tempo indeterminato studenti:

  • entro sei mesi dal titolo di studio;
  • che hanno svolto presso il datore che li assume attività di alternanza scuola – lavoro pari almeno al 30% delle ore di alternanza previste negli istituti scolastici di appartenenza ovvero un apprendistato per la qualifica e il diploma professionale o di alta formazione.

Bonus assunzione precari con figli minori

Le aziende che assumono (o trasformano) a tempo indeterminato giovani genitori titolari di contratti di lavoro precari potranno chiedere un incentivo economico pari a  € 5.000,00, fino al limite di cinque per singola impresa. Il bonus spetta per l’assunzione di soggetti fino a 35 anni di età:

  • genitori o affidatari di minori;
  • assunti con contratto a tempo determinato, intermittente, in somministrazione, collaborazione coordinata e continuativa;
  • iscritti alla “Banca dati per l’occupazione dei giovani genitori”.

I Consulenti dello Studio Miazzo sono a disposizione per ulteriori approfondimenti.